Arianna Buti

Sono Arianna Buti, ho 48 anni, vivo a Buti da sempre, sono laureata in giurisprudenza, faccio la professionista da oltre venti anni occupandomi di progetti europei, formazione e servizi innovativi per imprese e pubblica amministrazione, attualmente Assessora al bilancio e personale della giunta di Alessio Lari, vicepresidente di Fondazione Sistema Toscana e mi candido alla carica di Sindaco per il rinnovo del Consiglio Comunale di Buti con le elezioni amministrative di fine estate.

“Ho molto riflettuto in questi ultimi giorni, dopo le tante richieste, se accettare o meno questa candidatura, fino a che, l’amore per il nostro paese, l’orgoglio di farne parte, la voglia di prendersene ancora più cura in momenti così difficili, la convinzione che tutti insieme riusciremo a portare Buti verso nuovi e ambiziosi traguardi, hanno preso il sopravvento sulle aspirazioni più personali. Viviamo ancora, se pur cominciando a respirare, una vita sospesa causata da questa maledetta pandemia, in questi diciotto mesi abbiamo dovuto rinunciare a gran parte della nostra socialità, stiamo ancora attendendo con ansia che non si verifichino contraccolpi occupazionali e di difficoltà sociali, ma pur dovendo gestire tutto questo, è tempo di pensare al futuro, di farci trovare pronti alla definitiva ripartenza, per poter cavalcare le grandi opportunità di investimenti di cui usufruirà l’Italia e che dovranno far fare un ulteriore salto di qualità anche a Buti.

Cercando dentro di me le motivazioni per questo nuovo impegno, mi sono imbattuta in quattro parole che credo rappresentino il percorso che ci accingiamo a vivere:

CUORE: senza la passione e l’amore per il proprio territorio e la propria comunità non si accetta una candidatura. A Buti ci sono nata e cresciuta, ho fatto parte di molte associazioni nell’ambito culturale, ricreativo e politico, fin da ragazzina, ho sempre sentito il bisogno di fare parte di una socialità e il farne parte mi ha sempre dato grandi soddisfazioni, adesso è il momento di restituire quanto ricevuto.

CORAGGIO: ogni momento della nostra vita è una decisione: come mi vesto, cosa faccio, a chi mi dedico, a volte però è necessario decidere di fare scelte coraggiose: alzare la voce per una causa in cui crediamo, prendere un ruolo e una sfida importante, battersi per non lasciare indietro nessuno, battersi per un lavoro dignitoso, battersi per un ambiente più verde e pulito, più sicuro, battersi perché ognuno di noi deve aver diritto alla felicità. Bisogna avere coraggio per candidarsi a sindaco, io l’ho trovato, ma ho bisogno di tutta la mia comunità.

COMPETENZE: la mia storia professionale, ma anche il ruolo di amministratore con delega al bilancio nel Comune di Buti, sono un’ottima palestra per affrontare al meglio il ruolo di primo cittadino. Attualmente lavoro per FORMETICA agenzia formativa di Confindustria Toscana Nord e mi occupo di progettazione europea, di formazione ai ragazzi, di formazione professionale e di servizi resi alla pubblica amministrazione.

CONTINUITA’: Buti deve dare continuità al progetto “Insieme per Buti” iniziato dieci anni or sono con Alessio Lari. E’ stato fatto molto, realizzato opere straordinarie, che soprattutto chi ci avversava, definiva “sogni”, invece ci abbiamo creduto e quei sogni si sono avverati. Abbiamo le potenzialità e i numeri per fare ancora di più, per dare alla nostra comunità ulteriori servizi, buon vivere e abbiamo ancora “sogni” da realizzare. Il mio sogno è che tutti i Butesi stiano bene: tutti insieme ce la possiamo fare!”